Rezulteo
Trova i migliori pneumatici al miglior prezzo

Ti guideremo nell'acquisto dei tuoi pneumatici

Quali sono le ruote motrici di un’auto?

Le ruote motrici sono le ruote collegate al motore che assicurano la trazione del veicolo. In base alla posizione del motore e delle ruote motrici, i veicoli possono essere a trazione anteriore, posteriore o integrale. I più diffusi sono i veicoli a trazione anteriore. Un veicolo si dice a trazione anteriore quando dispone di ruote motrici davanti e ruote direttrici dietro. Per contro, in caso di veicolo a trazione posteriore, le ruote che ricevono la forza propulsiva generata dal motore sono quelle posteriori. A queste due tipologie si aggiungono le auto a trazione integrale, dette anche auto 4x4, che sono dotate di quattro ruote motrici. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi di queste differenti configurazioni? Come si comportano sulla neve? E come cambia l’usura delle gomme?

Le ruote motrici e direttrici di un’auto

© Adobe

Quale differenza tra ruote motrici e ruote direttrici?

Le ruote motrici sono le ruote da cui parte il movimento del veicolo ovvero le ruote collegate al motore che assicurano trazione e aderenza.

Le ruote direttrici permettono al veicolo di assumere una diversa direzione, manovrando lo sterzo e servono a garantire stabilità, maneggevolezza e sicurezza nelle frenate d’emergenza.

Quali sono le ruote motrici di un’auto?

Le ruote motrici possono essere le ruote anteriori o quelle posteriori del veicolo. Fanno eccezione i veicoli a trazione integrale o 4x4 che sono dotati di 4 ruote motrici.

La posizione delle ruote motrici determina la differenza tra veicoli a trazione anteriore, posteriore o integrale:

  • veicoli a trazione anteriore: le ruote motrici si trovano davanti,
  • veicoli a trazione posteriore: le ruote motrici si trovano dietro,
  • veicoli a trazione integrale o 4x4, tutte le ruote sono motrici.
Auto 4x4, auto a trazione anteriore o posteriore: dove sono le ruote motrici?

© rezulteo

I veicoli in circolazione sono per la maggior parte veicoli a trazione anteriore. Ciò significa che il motore si trova davanti e trasmette il movimento solo alle ruote anteriori.

Alcune case automobilistiche, tra cui BMW e Porsche, sono celebri per le loro auto a trazione posteriore. Recentemente, anche Renault ha lanciato una nuova versione della Twingo con motore e trazione posteriori. Questo tipo di veicolo ha il vantaggio di offrire una guida più sportiva, grazie a una migliore trasmissione della potenza al suolo e a una distribuzione più uniforme del peso. Ovviamente, su un veicolo a trazione posteriore, la forza motrice agisce sull’asse posteriore e quindi si usurano prima le gomme posteriori. Per questo motivo è buona norma invertire regolarmente le gomme, se il tipo di veicolo lo consente, per mantenere un livello di usura uniforme

Va inoltre sottolineato che questo tipo di veicoli richiede una maggiore attenzione per quanto riguarda la scelta degli pneumatici da montare e in presenza di neve e ghiaccio la guida può essere più difficoltosa.

Meglio 2 o 4 ruote motrici?

La scelta dipende essenzialmente dal tipo di strade che si percorrono abitualmente. Per chi guida soprattutto in città o molto in autostrada, può bastare una normale auto a 2 ruote motrici.

Per contro, chi viaggia spesso in campagna o su strade sterrate difficilmente praticabili, la trazione integrale offre un comfort maggiore. Inoltre, nella stagione fredda, le 4 ruote motrici sono in grado di fornire maggiore trazione e controllo su fango e neve, tanto più se equipaggiate con pneumatici invernali.

Ma le quattro ruote motrici presentano anche degli svantaggi:

  • Il consumo di carburante. Rispetto alle 2 ruote motrici, la trazione integrale comporta un maggiore consumo di carburante.
  • Una rapida usura delle gomme. In un veicolo a trazione integrale, la potenza del motore è trasmessa a ciascuna ruota in modo indipendente. Ad esempio, se una ruota inizia a pattinare, le altre continuano a girare per garantire al veicolo la motricità necessaria per non restare bloccato. Tuttavia, se il veicolo è sollecitato continuamente a gestire velocità di rotazione diverse, ciò può causare l’usura precoce delle gomme e di alcuni meccanismi.

Come gestire l’usura delle gomme per non danneggiare la trasmissione di un veicolo a quattro ruote motrici?

Articoli correlati

Come sostituire i fusibili bruciati dell’auto

I fusibili per auto hanno la funzione di proteggere i dispositivi elettrici di un veicolo da cortocircuiti o sovraccarichi. Se un faro, un indicatore di direzione, la radio, il tergicristallo, il lunotto termico o un altro componente elettrico non funzionano, potrebbe essere semplicemente un fusibile che si è bruciato. Per questo è importante avere sempre a disposizione una piccola scorta di fusibili di ricambio. Ma come si cambia un fusibile bruciato? Dove si trova la scatola dei fusibili? Come capire se un fusibile è bruciato?

Come cambiare l’olio motore da soli in poco tempo

Cambiare l’olio della macchina è un’operazione meno difficile di quanto si pensi e farlo da soli permette di risparmiare tempo e denaro. Ma come fare e quali strumenti utilizzare? Ecco i passaggi da seguire per effettuare il cambio dell’olio motore.

6 astuces pour garder sa voiture propre

Vous souhaitez garder votre automobile propre avec l’arrivée des beaux jours ? On préfère parfois le faire tranquillement à côté de sa maison au lieu d’aller au lavage auto. Avec des produits d’entretien naturels pas cher qu’on a souvent chez soi, on peut bien nettoyer sa voiture. Le grand ménage de son véhicule doit se faire deux fois par an pour garder l’intérieur sain et l’extérieur entretenu. Voici des conseils sur les produits à utiliser pour laver sa voiture le plus naturellement possible.

Coronavirus: come prendersi cura della propria auto durante l'isolamento?

A causa dell’emergenza sanitaria per l’epidemia di Covid-19, molte automobili sono rimaste ferme in garage o in strada, per effetto delle restrizioni alla mobilità imposte dal Governo. Salvo comprovate ragioni, abbiamo l’obbligo di restare a casa per contenere il contagio. Come è noto, se un’auto rimane ferma per lungo tempo alcune parti possono deteriorarsi mentre le gomme possono deformarsi se non sono sufficientemente gonfie. Per questo è importante prendersi cura della propria auto, per ritrovarla nelle migliori condizioni quando l’isolamento collettivo sarà finito.