Trova i migliori pneumatici al miglior prezzo

Ti guideremo nell'acquisto dei tuoi pneumatici

Invertire le gomme una volta all’anno per evitare l’usura precoce

Invertendo regolarmente le gomme anteriori e posteriori avrete un’usura uniforme e dureranno più a lungo. Inoltre, potrete sostituirle tutte allo stesso tempo. Ma attenzione, l’inversione deve essere fatta rispettando regole precise. Vediamo le regole da rispettare in base al tipo di veicolo e di pneumatici.
inversione-pneumatici-usura

© fr.fotolia.com

Quando invertire le gomme?

Le gomme non si consumano uniformemente. Per esempio, su un veicolo a trazione anteriore, la forza motrice agisce sull’asse anteriore e quindi le gomme anteriori si usurano prima di quelle posteriori. Viceversa, su un veicolo a trazione posteriore, la forza motrice agisce sull’asse posteriore e quindi si usurano prima le gomme posteriori.

Per questo motivo è buona norma invertire le gomme ogni 10.000-12.000 chilometri e comunque almeno una volta all’anno, per esempio al momento del cambio stagionale degli pneumatici.

Come si effettua l’inversione delle gomme?

L’inversione delle gomme deve essere fatta secondo regole precise che dipendono dal tipo di veicolo (trazione anteriore, posteriore o integrale) e dal tipo di pneumatici (simmetrici, asimmetrici o direzionali).

Regole di inversione in base al tipo di pneumatici

pneumatico-simmetrico-battistrada

© rezulteo

Gli pneumatici simmetrici hanno lo stesso disegno sia nella parte interna che in quella esterna della gomma e non hanno un particolare senso di montaggio né di rotazione. Possono dunque essere montati e invertiti tranquillamente senza rischio di sbagliare.

pneumatico-asimmetrico-battistrada

© rezulteo

Gli pneumatici asimmetrici hanno un diverso disegno nella parte interna ed esterna del battistrada. Al momento dell’inversione, dovrà essere rispettato il senso di montaggio: le diciture “Outside” e “Inside” devono sempre figurare rispettivamente sul lato esterno e interno della gomma.

pneumatico-direzionale-battistrada

© rezulteo

Gli pneumatici direzionali presentano un disegno del battistrada a V.  Al momento dell’inversione, dovrà essere rispettato il senso di rotazione della gomma, indicato da una freccia impressa sul fianco.

Schemi di inversione delle gomme in base al tipo di veicolo

Inversione su una trazione anteriore

Pneumatici simmetrici

Pneumatici asimmetrici

Pneumatici direzionali

Inversione su una trazione posteriore

Pneumatici simmetrici

Pneumatici asimmetrici

Pneumatici direzionali

Inversione su una trazione integrale (4x4)

Pneumatici simmetrici

Pneumatici asimmetrici

Pneumatici direzionali

Si possono invertire pneumatici anteriori e posteriori di misure diverse?

Se avete pneumatici di misure diverse tra anteriore e posteriore, non è possibile invertirli. Si possono invertire solo gli pneumatici uguali dello stesso asse, purché siano simmetrici.

Si può includere la ruota di scorta nell’inversione?

In teoria, è possibile includere la ruota di scorta nell’inversione, a condizione che sia assolutamente identica agli altri 4 pneumatici (stessa misura, stesso tipo, stessa marca, stesso modello) e che siano tutti simmetrici. 

Va detto, però, che raramente la ruota di scorta è identica agli altri pneumatici. Attenzione! Non includete mai nell’inversione il ruotino di emergenza.

Il consiglio di rezulteo

Sui veicoli a trazione integrale è importante che le gomme abbiano lo stesso livello di usura. Se il diametro delle ruote è diverso a causa della differenza di usura (es. ruota di scorta meno consumata), gli organi di trasmissione potrebbero danneggiarsi. Pertanto è sconsigliato includere la ruota di scorta nell’inversione.  

Per saperne di più sulle gomme 4x4…

Ti siamo stati di aiuto?

Sullo stesso tema

Argomenti correlati