Per i produttori di pneumatici, le competizioni motoristiche rappresentano potenti vettori di comunicazione per lo sviluppo della propria immagine. Ma in quali discipline possiamo trovarli? Vediamo rapidamente quali sport motoristici impegnano i principali produttori di pneumatici.

Da Pubblicato il: Giugno 10, 2021Categorie: Marche e prodotti707 parole3.6 min leggere
Pneumatico da competizione che passa solo davanti a una tribuna piena
© Fotolia

Palcoscenico di emozioni e di innovazioni, le competizioni motoristiche sono una risorsa preziosa per i produttori di pneumatici che desiderano sviluppare la propria immagine. Tutti i grandi produttori di pneumatici sono impegnati in competizioni motoristiche a vari livelli. Partecipando a questi eventi, i produttori possono raggiungere il proprio pubblico e sperimentare nuove tecnologie in un mondo orientato all’innovazione. 

Michelin, una presenza costante nelle competizioni motoristiche

Il marchio Michelin è stato uno dei primi a scegliere gli sport motoristici come strumento di marketing e comunicazione. Il gigante di Clermont-Ferrand è stato impegnato in tutte le principali discipline, tra cui la Formula 1 e la Formula E, quest’ultima creata nel 2014.

Tuttavia, il terreno di gioco della Michelin restano le competizioni francesi, alle quali deve molta della sua popolarità. Da sempre, Michelin è fornitore ufficiale delle mitiche 24 ore di Le Mans e Dakar. I numerosi trofei vinti, in queste competizioni, dai veicoli equipaggiati con pneumatici Michelin hanno portato molta fortuna al marchio dell’omino di gomma sia in Francia che all’estero.

Firestone per l’America

Come Michelin in Francia, il produttore americano Firestone si è concentrato innanzitutto sul mercato sportivo locale. Sponsor storico della 500 Miglia di Indianapolis e della IndyCar, il marchio americano si è imposto come leader negli Stati Uniti per molti anni. La filiale di Bridgestone, impegnata anche nel campionato locale giapponese di Super GT, ha approfittato dell’enorme popolarità delle competizioni di Formula 1 americana, divenendo anche suo fornitore esclusivo nel 2000. Una partnership leggendaria per milioni di telespettatori negli Stati Uniti.

I laboratori di Goodyear e Dunlop 

Sulla scia di Firestone, che ha accompagnato la fondazione della NASCAR, campionato statunitense riservato alle autovetture di serie modificate, Goodyear si è imposto come fornitore esclusivo del campionato di stock-car, il più popolare sport automobilistico negli Stati Uniti. Il produttore americano recentemente ha fatto parlare di sé per l’installazione di microchip all’interno dello pneumatico al fine di geolocalizzare e misurare le prestazioni in gara. Una piccola rivoluzione nel mondo degli sport motoristici estesa, poi , agli pneumatici sviluppati da Goodyear per il grande pubblico.

La filiale britannica Dunlop è stata a lungo fornitore esclusivo per la celebre Le Mans e il famoso arco Dunlop è presente in vari circuiti del mondo. Impegnato in particolare nel mondo delle due ruote, il marchio Dunlop è sponsor ufficiale di Moto 2 e Moto 3 da alcuni anni.

La Formula 1 per Pirelli

Per molti anni, la regina degli sport motoristici ha visto i vari produttori di pneumatici confrontarsi in pista. Equipaggiate da Michelin, Bridgestone, Goodyear e Pirelli, le varie scuderie di Formula 1 hanno potuto scegliere i propri pneumatici fino al 2007, anno in cui è intervenuta la decisione di passare a un fornitore unico. Dal 2011, Pirelli è il fornitore unico in Formula 1 e può beneficiare dell’enorme visibilità della competizione che vanta un seguito televisivo annuale di oltre 450 milioni di telespettatori. A partire dalla stagione 2011, il gigante italiano è fornitore esclusivo anche delle serie minori GP2 e GP3, anticamere della F1. Queste partnership rientrano nella filosofia del produttore milanese che ha fatto della velocità il suo strumento di comunicazione numero 1.

Yokohama, Hankook e i campionati turismo

Gli altri produttori, che non sono riusciti nella difficile impresa di accedere ai campionati “storici”, puntano comunque sugli sport motoristici specializzandosi in competizioni minori di grande prestigio. Yokohama ha scelto le vetture “turismo” sponsorizzando i campionati WTCC e ETCC. Stessa strategia per Hankook, che è divenuto sponsor del campionato tedesco di turismo (DTM) e della nuova serie Audi Sport TT Cup. Il produttore coreano è inoltre sponsor della Formula 3 Europa, campionato monoposto per giovani piloti.

Ad ogni marchio di pneumatici la sua disciplina

  • Bridgestone: Super GT, FIA World Karting Championship, FIM EWC.
  • Firestone: IndyCar Series.
  • Michelin: Dakar, 24 ore di Le Mans, Moto GP, Formula-E, WRC, WEC, EWC.
  • BFGoodrich: Off Road, Dakar, RedBull Global RallyCross, Pikes Peak.
  • Goodyear: NASCAR, NHRA (Dragster).
  • Dunlop: Moto2, Moto3, EWC, Moto-cross GP, Nürburgring.
  • Pirelli: Formula 1, GP2, GP3, GT Blancpain, WRC, WSBK, MX1, MX2.
  • Yokohama: WTCC, ETCC, GP Macao di Formula 3, Nürburgring.
  • Hankook: DTM, Formula 3 Europa, Audi Sport TT Cup, 24 Series, Pikes Peak.
  • Kumho: Zandvoort Masters of F3, 24 ore del Nürburgring, Formula 4 Series di Francia.
  • Toyo Tires: Campionato giapponese di Drifting D1, piloti della Dakar, piloti amatoriali e professionisti.
  • Cooper Tyres: FIA World Rallycross, David Coulthard, Xavier Foj, piloti della Dakar.
  • Falken: Team Porsche 911, Off Road.

Condividi questo articolo dove vuoi!