Trova i migliori pneumatici al miglior prezzo

Ti guideremo nell'acquisto dei tuoi pneumatici

Il controllo automatico della pressione delle gomme (TPMS) è obbligatorio?

Dal 1° novembre 2014 il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici TPMS è obbligatorio su tutti i veicoli nuovi. Ma cos’è il TPMS? Perché è obbligatorio? E su quali veicoli? Ecco le risposte alle vostre domande.

Copyright - © fr.fotolia.com

Cos’è il TPMS?

Il TPMS (Tire Pressure Monitoring System) è un sistema di controllo della pressione degli pneumatici che fornisce in tempo reale le informazioni sulla pressione di gonfiaggio delle gomme. Il sistema può essere a misurazione diretta (sensori installati direttamente sulle gomme) o indiretta (velocità di rotazione delle ruote misurata utilizzando i sensori dell’ABS/ESP). In caso di anomalie, il sistema avverte il conducente inviando un segnale sul display di bordo.

Perché il TPMS è diventato obbligatorio?

Il TPMS come dotazione di serie nei veicoli nuovi è stato introdotto innanzitutto per ragioni di sicurezza. Secondo uno studio condotto da Bridgestone, il cattivo stato delle gomme (pneumatici sgonfi o usurati) sarebbe all’origine di 153.000 incidenti in Europa ogni anno e direttamente responsabile del 6% degli incidenti mortali. Viaggiando sempre con un livello di pressione delle gomme adeguato, diminuiscono gli incidenti e migliorano le prestazioni del veicolo.

Il TPMS permette, inoltre, di ridurre anche l’impatto ambientale della circolazione automobilistica. Infatti, il sottogonfiaggio degli pneumatici comporta uno spreco di carburante ed emissioni di CO2 superflue (milioni di tonnellate di emissioni di CO2 superflue).

Per quali veicoli è obbligatorio il TPMS?

Messa in circolazione del veicolo anteriore al 1° novembre 2014

Il veicolo non è interessato dalla normativa sul TPMS.

Messa in circolazione del veicolo posteriore al 1° novembre 2014

L’obbligo del controllo automatico della pressione delle gomme è stato definito dalla Commissione Europea per tutti i veicoli nuovi di categoria M1 commercializzati dal 1° novembre 2014 (articolo 9 del regolamento CE 661/2009).

Appartengono alla categoria M1 tutti i veicoli destinati al trasporto di persone aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente. Pertanto, i veicoli commerciali destinati al trasporto delle merci non sono ad oggi interessati dalla normativa sul TPMS.

Questa legge entra in vigore dal 2012 per obbligare i costruttori a omologare i nuovi modelli di automobili all’equipaggiamento di un sistema TPMS.

Ti siamo stati di aiuto?

Sullo stesso tema

Argomenti correlati