Trova i migliori pneumatici al miglior prezzo

Ti guideremo nell'acquisto dei tuoi pneumatici

Pressione delle gomme, usura, ruota di scorta: le 3 cose da verificare prima di intraprendere un viaggio

Vi state preparando per un lungo viaggio in auto? Non dimenticate di controllare lo stato delle gomme: sono l’unico elemento di collegamento tra il veicolo e la strada! Ecco la check list dei principali controlli da fare prima di partire.
pressione-ruota-pneumatico-viaggio-v2

© fr.fotolia.com

Le 3 cose da verificare sulle gomme

L’usura delle gomme

Innanzitutto verificate il livello di usura delle gomme. Il battistrada non deve avere raggiunto l’indicatore di usura. L’indicatore di usura è un piccolo tassello spesso 1,6 mm, posto sul fondo delle scanalature principali del battistrada, che indica il limite di usura accettabile da un punto di vista legale. Se il battistrada è vicino a questo indicatore e state progettando un lungo viaggio, forse è il caso di cambiare le gomme prima di partire.

Alcuni produttori come Nokian o Continental prevedono due indicatori, uno per notificare la soglia di diminuzione delle prestazioni sul bagnato e l’altro per notificare la soglia di usura minima.

Verificate, inoltre, lo stato dei fianchi delle gomme che non devono presentare tagli, screpolature, strappi, bolle, ernie o altre deformazioni. Passando la mano sulla superficie dello pneumatico, controllare che non presenti altre anomalie o usure irregolari.

Il consiglio rezulteo:

Invertite le gomme anteriori e posteriori per avere un’usura uniforme.

Vedete come invertire le gomme.

La pressione delle gomme

Non trascurate la pressione delle gomme: una pressione di gonfiaggio inadeguata (sovragonfiaggio o sottogonfiaggio) espone al rischio di scoppio, foratura e usura prematura. Le statistiche al riguardo sono preoccupanti: il 50% degli automobilisti guidano con le gomme sgonfie!

Controllare la pressione delle gomme preferibilmente a freddo, ossia prima di mettersi alla guida. In caso di controllo a caldo occorre aggiungere 0,3 bar alla pressione raccomandata dal costruttore.

Se l’auto è carica o se trainate un rimorchio o una roulotte, fate riferimento alle raccomandazioni del costruttore indicate sulla porta del veicolo.

Tutto quello che c’è da sapere sulla pressione delle gomme.

Il consiglio rezulteo

Alcuni consigli da seguire se si trasporta un rimorchio o una roulotte:

  • Rispettate gli indici di carico e di velocità stabiliti dal costruttore della roulotte o del rimorchio.
  • Se viaggiate al limite della capacità di carico, si raccomanda di utilizzare pneumatici rinforzati (reinforced).
  • Rispettate le raccomandazioni del costruttore della rouolotte o del rimorchio per quanto riguarda la pressione delle gomme. Indicativamente:
    • Per una roulotte o un rimorchio in condizioni di carico normale, la pressione di gonfiaggio di riferimento è in genere di 2,5 bar per uno pneumatico standard e di 3 bar per uno pneumatico rinforzato.
    • In caso di carico pesante, la pressione dovrà essere aumentata di 0,5 bar, ossia 3 bar per uno pneumatico standard e 3,5 bar per uno pneumatico rinforzato.
  • Anche se hanno viaggiato poco, le gomme di roulotte e rimorchi non devono fare più di 5 stagioni. Infatti, nei lunghi periodi di inutilizzo, tendono a deformarsi. Se notate dei piccoli tagli vicino al cerchio, non esitate a sostituirli.

La ruota di scorta

Anche se la foratura di una gomma è un evento sempre più raro, è di fondamentale importanza controllare che la ruota di scorta sia in condizione di viaggiare e che siano presenti gli strumenti necessari per effettuare la sostituzione della ruota.

Se il vostro veicolo non è dotato di ruota di scorta, ma di bomboletta gonfia e ripara, controllate la data di scadenza della bomboletta.

Inoltre, se la vostra assicurazione auto, o sottoscritta al momento dell’acquisto delle gomme, include un servizio di assistenza in caso di foratura, non dimenticate di tenere tra i documenti del veicolo il numero di telefono da chiamare in caso di emergenza.

Le altre cose da verificare

I livelli dei liquidi

Prima di partire, controllate a freddo i livelli dell’olio motore, del liquido di raffreddamento, del liquido dei freni, del tergicristallo e del liquido del servosterzo. Se necessario, consultate il manuale di istruzioni del vostro veicolo per sapere come procedere. In estate, il rischio di surriscaldamento del motore è maggiore, per cui è importante verificare il livello del liquido di raffreddamento.

I gruppi ottici 

I gruppi ottici devono essere puliti e in buono stato: la luminosità può aumentare anche del 30%! Controllate tutti i fari e gli indicatori di direzione. Pulite anche i vetri e controllate che il parabrezza non presenti scheggiature che potrebbero indebolirlo.

I tergicristalli 

Controllate anche i tergicristalli del parabrezza e del lunotto: la gomma deve essere morbida e devono pulire efficacemente.

Gli equipaggiamenti di sicurezza 

Gilet e triangolo di segnalazione sono obbligatori. Si consiglia di tenerli a portata di mano per poterli usare rapidamente al momento del bisogno.

Inoltre, una torcia tascabile potrebbe essere utile, ad esempio in caso di foratura nelle ore notturne.

Infine, in alcuni paesi (es. Francia) è obbligatorio avere a bordo un etilometro. Per i conducenti che scelgono l’etilometro usa e getta, l’ideale è averne due: uno per misurare il vostro tasso alcolemico in caso di necessità, l’altro per esibirlo in caso di controllo stradale della polizia.

Le tre cose da verificare prima di intraprendere un viaggio

© rezulteo


Ultimo consiglio prima di mettersi in viaggio: consultate il meteo e seguite i consigli per la sicurezza stradale. Inoltre, è opportuno ricordare che l’estate è una stagione a rischio temporali che possono rendere la carreggiata scivolosa, allungando le distanze di arresto ed esponendo al rischio di aquaplaning. Nella stagione invernale, invece, può capitare di dover affrontare improvvise nevicate o strade ghiacciate. In questi casi si consiglia di ridurre la velocità o di approfittarne per fare una pausa nell’area di servizio più vicina.

Ti siamo stati di aiuto?

Sullo stesso tema

Argomenti correlati

Gomma bucata o danneggiata

Gomma bucata o danneggiata

Cosa fare in caso di foratura di uno pneumatico? In questa sezione troverete informazioni sulla manutenzione della ruota di scorta; sui vari metodi di riparazione di una gomma forata (kit riparazione pneumatico…) e sulle precauzioni da prendere quando si viaggia con una gomma riparata. Scoprite anche come individuare danni e difetti degli pneumatici: usura anomala, ernia, incrinatura… per la vostra sicurezza!

Quando cambiare le gomme?

Quando cambiare le gomme?

Come capire quando è necessario cambiare le gomme? È una domanda che molti si pongono! Innanzitutto, è importante imparare a misurare il livello di usura delle gomme e a riconoscere un’usura anomala o un’ernia. Inoltre, è importante sapere se le proprie gomme sono in regola con il codice della strada, conoscerne la data di produzione, capire se bisogna cambiarne 2 o 4 e interpretare gli avvisi del sensore di pressione per rilevare eventuali perdite... In questa sezione troverete una guida completa da consultare per chiarire ogni vostro dubbio!

Il gonfiaggio delle gomme