Volete risparmiare e state pensando di acquistare pneumatici di seconda mano? Ecco alcuni consigli per evitare fregature e limitare i rischi.

Da Pubblicato il: Giugno 10, 2021Categorie: Prezzo481 parole2.5 min leggere
Pneumatici usati auto
© fr.fotolia.com

Pneumatici usati: vantaggi e svantaggi

Tra siti internet e distributori, le offerte di pneumatici usati non mancano. Ma come sapere se il prezzo offerto è davvero vantaggioso? Quali rischi si corrono? Non conoscendo il passato della gomma, è bene porsi alcune domande. La gomma ha subito incidenti? È stata effettuata una corretta manutenzione nel periodo di utilizzo? È stata conservata correttamente? Uno pneumatico di seconda mano può nascondere difetti pericolosi per la sicurezza. Inoltre, in caso di irregolarità, c’è il rischio di incorrere in sanzioni e di non superare la revisione obbligatoria del veicolo. In conclusione, acquistare pneumatici usati può essere conveniente ma comporta sempre un certo margine di rischio.

La qualità di uno pneumatico usato dipende da vari fattori:

  • degli pneumatici: anche se non vengono utilizzati, con il tempo gli pneumatici invecchiano. Già dopo cinque anni la gomma indurisce e perde buona parte delle sue qualità.
  • manutenzione: un’usura irregolare spesso significa scarsa manutenzione. Ad esempio, uno pneumatico consumato ai lati del battistrada è in genere indicativo di un sottogonfiaggio mentre un lato più consumato dell’altro indica un difetto di geometria del veicolo.
  • stoccaggio: il modo in cui una gomma è stata conservata è importante essendo sensibile all’umidità, ai cambiamenti di temperatura, alla luce diretta del sole, alle sostanze chimiche, ecc.
  • utilizzo: le gomme possono aver subito urti e presentare deformazioni esterne (rigonfiamenti, ernie, screpolature) ma anche danni interni non visibili.

Controllare tutto non è semplice e per questo l’acquisto di pneumatici usati avrà sempre un certo margine di rischio.

Il consiglio rezulteo: prima di acquistare pneumatici usati, controllare i prezzi dei modelli nuovi utilizzando il nostro comparatore. Se la differenza di prezzo è poca, meglio optare per l’acquisto di pneumatici nuovi.

Come si misura l’usura di uno pneumatico?

Se siete proprio decisi ad acquistare pneumatici di seconda mano, ecco 3 cose fondamentali da seguire per evitare fregature e limitare i rischi:

  1. Meglio acquistare da un professionista anziché da un privato: un professionista può offrire garanzie sulle condizioni delle gomme e sulla qualità di stoccaggio. Potete anche chiedere da dove vengono le gomme usate.
  2. Verificate il rispetto della normativa:
    – Le dimensioni degli pneumatici da acquistare devono corrispondere alle dimensioni omologate per il proprio veicolo e devono rispettare gli indici di carico e di velocità raccomandati dal costruttore.
    – Su uno stesso asse devono essere montati pneumatici identici (stesso marchio, stesso modello, stessa misura, stessi indici di carico e di velocità).
  3. Controllate le condizioni e il grado di usura degli pneumatici che volete acquistare:
    – Misurate la profondità delle scanalature principali in vari punti grazie all’indicatore di usura. Ricordiamo che la misura minima di legge del battistrada è di 1,6 mm raggiunta la quale le gomme devono essere cambiate.
    – Passate la mano sulla superficie dello pneumatico per individuare eventuali usure anomale, ernie, come rigonfiamenti, screpolature, deformazioni, usura irregolare al centro o ai lati…
    – Verificate la data di produzione dello pneumatico grazie al codice DOT indicato sul fianco.

Condividi questo articolo dove vuoi!