Rezulteo
Trova i migliori pneumatici al miglior prezzo

Ti guideremo nell'acquisto dei tuoi pneumatici

Come sostituire i fusibili bruciati dell’auto

I fusibili per auto hanno la funzione di proteggere i dispositivi elettrici di un veicolo da cortocircuiti o sovraccarichi. Se un faro, un indicatore di direzione, la radio, il tergicristallo, il lunotto termico o un altro componente elettrico non funzionano, potrebbe essere semplicemente un fusibile che si è bruciato. Per questo è importante avere sempre a disposizione una piccola scorta di fusibili di ricambio. Ma come si cambia un fusibile bruciato? Dove si trova la scatola dei fusibili? Come capire se un fusibile è bruciato?

Come cambiare un fusibile bruciato? La scatola dei fusibili nel vano motore

La scatola dei fusibili si trova di solito sotto il cruscotto e nel vano motore. © Istockphoto.com - zenstock

A cosa servono i fusibili della nostra auto?

I fusibili sono piccoli dispositivi di sicurezza che in caso di cortocircuito si bruciano per proteggere gli apparecchi elettrici del veicolo. In pratica quando sopraggiunge un sovraccarico di corrente, il filamento metallico interno, collegato ai due terminali di contatto, fonde fino a spezzarsi, provocando l’apertura del circuito elettrico e quindi l’interruzione del passaggio di corrente verso il dispositivo interessato.

I fusibili si bruciano senza preavviso! Per questo è buona norma tenere sempre nella propria auto una scatola di fusibili nuovi. Come il cambio dell’olio motore, anche la sostituzione di un fusibile bruciato è un’operazione semplice e farlo da soli permette di risparmiare tempo e denaro.

Perché un fusibile bruciato provoca un guasto elettrico?

Se qualcosa a bordo non funziona è possibile che si sia semplicemente bruciato un fusibile per auto. Su alcune auto viene segnalato il guasto sul quadro strumenti, con una spia che si accende o si spegne.

Nel momento in cui viene superato un certo amperaggio nel circuito che attraversa il fusibile, il filamento metallico al suo interno fonde e si spezza per proteggere il dispositivo. Quando questo accade, il dispositivo in questione smetterà di funzionare e sarà necessario sostituire il relativo fusibile.

Un guasto elettrico nel veicolo può essere provocato anche dall’ossidazione dei contatti. Con il tempo e l’usura, i fusibili del vano motore possono ossidarsi a causa dell’umidità, interrompendo il passaggio di corrente nel circuito da proteggere.

Come capire se un fusibile è bruciato senza l’ausilio del tester? 

Essendo costituiti da un alloggiamento in plastica trasparente, con all’interno un filo metallico, l’integrità dei fusibili è facilmente verificabile. Se l’involucro è annerito o il filamento è spezzato allora il fusibile è bruciato.

Per trovare la scatola dei fusibili e conoscere l’esatta localizzazione del fusibile bruciato, consultare il manuale d’uso e manutenzione del veicolo. La scatola dei fusibili potrebbe essere sotto il cruscotto o nel vano motore. All’interno della scatola dei fusibili, troverete uno schema che raggruppa i fusibili per numero di ampere e permette di capire a quale elemento elettrico corrisponde un determinato fusibile.

Per controllare i fusibili auto possiamo estrarli uno ad uno con le apposite pinzette per ispezionarli visivamente oppure, senza rimuoverli, si possono testare con un multimetro.

Come si usa il multimetro o tester?

Per testare un fusibile, impostare il multimetro sugli ohm (Ω). In questo modo lo strumento misura la resistenza. Estrarre il fusibile e collegare i terminali positivo e negativo a ciascuna estremità del fusibile. Se sul display non appare alcuna lettura, il fusibile è bruciato.

Come si usa un multimetro per testare i fusibili bruciati?

© Pixabay - jjpn

Come identificare il tipo di fusibile

I fusibili per auto sono di vario colore e amperaggio: 3,5A, 5A, 7,5A, 10A, 15A… Ad ogni colore corrisponde un determinato amperaggio. Più alto è il numero, più alta sarà la soglia di fusione. Per individuare il fusibile da sostituire fare riferimento al manuale d’uso e manutenzione del veicolo.

Dove si trova la scatola dei fusibili della mia auto?

© Pxhere - Henrique Pinto

Come sostituire un fusibile bruciato

  1. Per prima cosa, occorre individuare la scatola dei fusibili consultando il manuale d’uso e manutenzione del veicolo. Di solito viene posizionata sotto il cruscotto o nel vano motore.
  2. Staccare un morsetto della batteria.
  3. Utilizzare l’apposita pinzetta in plastica o procurarsi una pinzetta a becchi lunghi per estrarre il fusibile bruciato senza danneggiare gli altri fusibili.
  4. Individuare il fusibile corrispondente al dispositivo elettrico non funzionante.
  5. Estrarre il fusibile bruciato con la pinzetta.
  6. Sostituire con un nuovo fusibile dello stesso amperaggio e colore.
  7. Ricollegare la batteria.

Attenzione: sostituire il fusibile bruciato con altro fusibile identico. È fondamentale sostituire il fusibile danneggiato con altro fusibile dello stesso colore e amperaggio. Un fusibile con valore di amperaggio più alto o più basso può danneggiare i circuiti elettrici del veicolo.

Articoli correlati

Le 8 più belle strade costiere d’Europa per un road trip in auto

Le vacanze estive si avvicinano e state pensando a un viaggio in auto da sogno? Ecco 8 fantastiche mete turistiche in Italia e in Europa, per un road trip in auto memorabile. Viaggi all’insegna dell’arte, della natura e della cultura lungo le strade costiere più belle d’Europa. Fate il pieno di emozioni e non dimenticate di controllare l’auto prima di partire: montare le gomme estive, verificare la pressione e l’usura delle gomme, cambiare la ruota di scorta...

Come cambiare l’olio motore da soli in poco tempo

Cambiare l’olio della macchina è un’operazione meno difficile di quanto si pensi e farlo da soli permette di risparmiare tempo e denaro. Ma come fare e quali strumenti utilizzare? Ecco i passaggi da seguire per effettuare il cambio dell’olio motore.

6 consigli per tenere pulita la tua auto

La bella stagione è il momento ideale per effettuare una pulizia accurata della propria auto. Per chi ne ha la possibilità, in questo articolo abbiamo raccolto alcuni consigli fai da te per pulire la propria auto tranquillamente a casa, con prodotti naturali ed economici, senza ricorrere all’autolavaggio. Per mantenere in buono stato l’esterno e gli interni della propria auto è opportuno effettuare una pulizia approfondita due volte all’anno. Ecco alcuni consigli sui prodotti da utilizzare per tenere l’auto sempre pulita e protetta.

Quali sono le ruote motrici di un’auto?

Le ruote motrici sono le ruote collegate al motore che assicurano la trazione del veicolo. In base alla posizione del motore e delle ruote motrici, i veicoli possono essere a trazione anteriore, posteriore o integrale. I più diffusi sono i veicoli a trazione anteriore. Un veicolo si dice a trazione anteriore quando dispone di ruote motrici davanti e ruote direttrici dietro. Per contro, in caso di veicolo a trazione posteriore, le ruote che ricevono la forza propulsiva generata dal motore sono quelle posteriori. A queste due tipologie si aggiungono le auto a trazione integrale, dette anche auto 4x4, che sono dotate di quattro ruote motrici. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi di queste differenti configurazioni? Come si comportano sulla neve? E come cambia l’usura delle gomme?