Rezulteo
Trova i migliori pneumatici al miglior prezzo

Ti guideremo nell'acquisto dei tuoi pneumatici

Come cambiare l’olio motore da soli in poco tempo

Cambiare l’olio della macchina è un’operazione meno difficile di quanto si pensi e farlo da soli permette di risparmiare tempo e denaro. Ma come fare e quali strumenti utilizzare? Ecco i passaggi da seguire per effettuare il cambio dell’olio motore.

Procedura fai da te per cambiare l’olio della macchina

Un tutorial per cambiare l’olio motore da soli © Waranya Sawasdee / Istockphoto

Perché è importante cambiare l’olio alla macchina?

Il cambio dell’olio è un’operazione di manutenzione importante che garantisce il buon funzionamento del motore e previene danni seri.

Cambiare l’olio è piuttosto semplice ed evitando di recarsi in officina si risparmia tempo e denaro. La prima volta sarà un’operazione più lenta e impegnativa (circa 2 ore) ma con la pratica impiegherete sempre meno tempo.

Quando fare il cambio dell’olio?

Su molte auto è possibile visualizzare sul display il numero di chilometri restanti prima del prossimo cambio dell’olio. In media, l’intervallo di cambio dell’olio varia da 10.000 a 30.000 km o da 1 a 2 anni, in base all’auto, al tipo di guida e alla qualità di olio scelto.

Dove cambiare l’olio motore?

Posizionare l’auto su una superficie piana o leggermente sollevata davanti, ad esempio su un marciapiede, per favorire lo scolo dell’olio. Assicurarsi sempre che il freno di stazionamento sia inserito e per una maggiore sicurezza inserire dei blocchi o dei cunei per fermare le ruote. Appoggiare un recipiente sotto al motore per raccogliere l’olio e proteggere il pavimento con dei fogli di giornale.

Quale olio motore utilizzare?

L’olio motore deve essere scelto in base al tipo di veicolo, secondo le raccomandazioni dei vari costruttori, ma la scelta dipende anche da altri fattori come lo stile di guida, i tipi di tragitto prevalenti, il clima. Per scegliere l’olio motore più adatto alle proprie esigenze è necessario controllare l’indice di viscosità formato da un numero seguito da una W (Winter). Ad esempio, un olio 5W-30 è adatto alle basse temperature e a sollecitazioni intense, come nell’uso urbano. Mentre per le regioni più calde, si possono utilizzare oli con viscosità 10W40 o 10W60.

Per il cambio dell’olio, scegliere un buon olio motore 5W40

© Michael Kauer - Pixabay

Quali attrezzature utilizzare?

Cambiare l’olio è semplice ma bisogna avere a disposizione tutta l’attrezzatura necessaria. Ecco cosa procurarsi per affrontare il cambio dell’olio motore:

  • Una tanica di olio motore da 5 litri
  • Un filtro dell’olio di buona qualità
  • 4 martinetti per sollevare l’auto e metterla in piano
  • Una chiave a catena o nastro o una chiave a settore per togliere il filtro dell’olio
  • Un recipiente per raccogliere l’olio usato
  • Un imbuto
  • Una chiave per svitare il tappo sulla coppa dell’olio (chiave a bussola o a tubo)
  • Una guarnizione nuova per la valvola di scarico
  • Un cacciavite per togliere il pannello di protezione sotto il motore
  • Stracci o carta da cucina
  • Un paio di guanti di gomma per proteggersi dall’olio caldo
  • Une clé à ruban ou à griffe pour enlever le filtre à huile

Come cambiare l’olio

Procedura per cambiare l’olio motore da soli

Preparativi:

  1. Preparare tutto il materiale sopra indicato
  2. Accendere il motore per 5-10 minuti per scaldare l’olio. Ciò favorirà la fluidificazione e quindi il drenaggio dell’olio vecchio.
  3. Mettere il veicolo in posizione e inserire i martinetti sotto i punti di sollevamento alzando l’auto con un cric (esclusi i veicoli più pesanti come SUV e fuoristrada) e proteggere il pavimento con carta di giornale o teli di plastica. Assicurarsi che l’auto sia stabile e sicura.

Attenzione! Il motore e l’olio potrebbero essere roventi, quindi indossare i guanti e agire con cautela.

Drenare l’olio:

  1. Aprire il cofano e svitare il tappo dell’olio.
  2. Infilarsi sotto l’auto e rimuovere il pannello di protezione del motore con il cacciavite. Trovare la coppa dell’olio, un recipiente piatto di metallo situato sotto al motore. Quindi individuare il tappo di scarico dell’olio.
  3. Posizionare il recipiente sotto per raccogliere l’olio esausto e svitare il bullone di scarico.
  4. Allentare il bullone di scarico svitando con la chiave corretta e rimuoverlo evitando che cada nella bacinella di raccolta dell’olio. L’olio inizierà a defluire e sarà necessario attendere diversi minuti prima che sia completamente drenato.
Drenaggio dell’olio: rimuovere il tappo di scarico dell’olio motore

© Bob M - Pxhere

Cambiare il filtro dell’olio motore:

  1. Svitare e rimuovere lentamente il filtro dell’olio utilizzando una chiave adatta (a nastro o settore…). Versare un po’ di olio pulito sul filtro nuovo per lubrificare la guarnizione in gomma. Ciò consentirà di montarlo e smontarlo senza difficoltà e garantirà una chiusura ermetica. Avvitare il filtro nuovo dapprima a mano poi con l’aiuto della chiave.
  2. Quando l’olio usato avrà smesso di colare, lasciando il recipiente sotto alla coppa versare una piccola quantità di olio motore nuovo per pulire i circuiti e rimuovere gli ultimi residui di olio esausto. Questa operazione può ottimizzare la durata del nuovo olio evitando di mescolarlo con quello sporco. Attendere che tutto l’olio sia uscito prima di passare alla fase successiva.
  3. Tornare sotto l’auto. Mettere nel verso giusto la nuova guarnizione del tappo di scarico dell’olio e riavvitarlo sulla coppa dapprima a mano e poi con l’apposita chiave.
  4. Rimontare il pannello di protezione del vano motore con il cacciavite e riportare l’auto a terra dopo aver rimosso i martinetti.
Cambiare il filtro dell’olio motore

© Dearcompany - Pixabay

Versare l’olio nuovo nel motore attraverso l’apposita apertura:

  1. Utilizzando l’imbuto, versare delicatamente i ¾ della tanica d’olio (4 litri circa) e controllare il livello con la sonda a bastoncino.
  2. Rimettere il tappo dell’olio e avviare il motore per far scaldare l’olio. Attenzione: non superare mai il livello massimo di riempimento indicato sulla sonda.
  3. Dopo aver spento il motore, attendere qualche minuto per far depositare l’olio e controllare che il livello sia corretto.
Cambio dell’olio: versare l’olio motore nel serbatoio

© Tim Mossholder - Unsplash

Come smaltire l’olio esausto?

  1. L’olio motore esausto è considerato un rifiuto pericoloso ed è altamente inquinante! Non deve essere mai gettato nello scarico del lavandino o del water né disperso in alcun modo nell’ambiente. Come per i vecchi pneumatici, l’olio motore deve essere smaltimento correttamente. Versare l’olio vecchio in un contenitore a tenuta stagna e consegnarlo in un centro di raccolta autorizzato oppure chiedere all’isola ecologica del comune di residenza.
  2. Per azzerare il contatore di degrado dell’olio, fare riferimento al manuale d’uso e manutenzione del veicolo.
  3. Verificare regolarmente il livello dell’olio con l’apposita sonda.

6 consigli per tenere pulita la tua auto

Articoli correlati

Come sostituire i fusibili bruciati dell’auto

I fusibili per auto hanno la funzione di proteggere i dispositivi elettrici di un veicolo da cortocircuiti o sovraccarichi. Se un faro, un indicatore di direzione, la radio, il tergicristallo, il lunotto termico o un altro componente elettrico non funzionano, potrebbe essere semplicemente un fusibile che si è bruciato. Per questo è importante avere sempre a disposizione una piccola scorta di fusibili di ricambio. Ma come si cambia un fusibile bruciato? Dove si trova la scatola dei fusibili? Come capire se un fusibile è bruciato?

6 astuces pour garder sa voiture propre

Vous souhaitez garder votre automobile propre avec l’arrivée des beaux jours ? On préfère parfois le faire tranquillement à côté de sa maison au lieu d’aller au lavage auto. Avec des produits d’entretien naturels pas cher qu’on a souvent chez soi, on peut bien nettoyer sa voiture. Le grand ménage de son véhicule doit se faire deux fois par an pour garder l’intérieur sain et l’extérieur entretenu. Voici des conseils sur les produits à utiliser pour laver sa voiture le plus naturellement possible.

Quali sono le ruote motrici di un’auto?

Le ruote motrici sono le ruote collegate al motore che assicurano la trazione del veicolo. In base alla posizione del motore e delle ruote motrici, i veicoli possono essere a trazione anteriore, posteriore o integrale. I più diffusi sono i veicoli a trazione anteriore. Un veicolo si dice a trazione anteriore quando dispone di ruote motrici davanti e ruote direttrici dietro. Per contro, in caso di veicolo a trazione posteriore, le ruote che ricevono la forza propulsiva generata dal motore sono quelle posteriori. A queste due tipologie si aggiungono le auto a trazione integrale, dette anche auto 4x4, che sono dotate di quattro ruote motrici. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi di queste differenti configurazioni? Come si comportano sulla neve? E come cambia l’usura delle gomme?

Coronavirus: come prendersi cura della propria auto durante l'isolamento?

A causa dell’emergenza sanitaria per l’epidemia di Covid-19, molte automobili sono rimaste ferme in garage o in strada, per effetto delle restrizioni alla mobilità imposte dal Governo. Salvo comprovate ragioni, abbiamo l’obbligo di restare a casa per contenere il contagio. Come è noto, se un’auto rimane ferma per lungo tempo alcune parti possono deteriorarsi mentre le gomme possono deformarsi se non sono sufficientemente gonfie. Per questo è importante prendersi cura della propria auto, per ritrovarla nelle migliori condizioni quando l’isolamento collettivo sarà finito.